Main Content

Curriculum

  1.BIOGRAFIA

 

Ernesto Jannini ha studiato Pittura all'Accademia di BelleArti di Napoli. Con il Gruppo dell'Humor Power Ambulante è stato un precoce protagonista di quegli annidecisivi per la cultura artistica partenopea e in Italia, ricchi di fermenti,iniziative, interventi artistici ed incontri sfociati poi nella partecipazionealla Quadriennaledi Roma del 1975 e,successivamente, alla Biennale di Venezia del1976 invitato dallo storico e critico d'arte Enrico Crispolti. Va ricordata lapartecipazione di Jannini ai laboratori di animazione avviati dall'architetto Riccardo Dalisial Rione Traiano, legati alla didattica sperimentale che coinvolgeva glistudenti della Facoltà di Architettura di Napoli; inoltre la triennaleesperienza come attore nel gruppo LiberaScena Ensemble, diretta magistralmente da Gennaro Vitiello nel laboratorio teatrale di Torre del Greco.

Nei primi anni ottantal'artista lascia Napoli e si trasferisce a Como dove realizza i suoi grandi Scudi attualmente presenti incollezioni private e al MAGA, Museo d'Arte Moderna di Gallarate.

Segnalato da Renato Barilli, nel 1990 partecipaalla Biennale di Venezia: Aperto '90,presentando alle Corderie dell'Arsenale un'installazione di forte impattoemotivo sul tema del filosofo Descartes, oltre ad alcune opere ispirate almitico tema dei “Nidi di rondine”,considerati da Barilli stesso “unsimbolo dell'attuale stato della nostra condizione umana”.

Da allora Jannini si èmostrato al grande pubblico come l'artista dalle audaci installazioni,facendosi conoscere per le sue singolari immagini realizzate con elementi delletecnologie avanzate, quali microcircuiti stampati, microprocessori o chipselettronici, abilmente calibrati e messi in rapporto ad altri elementi comebuste airmail, pittura ad olio, fotocolor e luci al neon.

Va ricordato il suoimpegno d'intellettuale e ricercatore instancabile. Nel 1996 insieme a GiulioCalegari, artista e paletnologo, e Paolo Rosa dello Studio Azzurro, ha dato vita al Convegno“Convergenze-Arte-Scienza”, svoltosi nella sede del Civico Museo di Storia Naturale di Milano.

Jannini è artistapoliedrico, dagli interessi molteplici che spaziano dalla musica alla scritturasaggistica. Collabora con le riviste d'arte Juliet Art Magazine ed Exibart, Artestetica, Sdefinizioni dimostrandoil suo impegno corrente di teorico e recensore sulle problematiche attualidella filosofia dell'arte e dell'estetica.

Dal2006 collabora con il Teatro Arsenale di Milano progettando la scenografiadello spettacolo

“Per farla finita col giudizio di dio”di Antonin Artaud. Nel 2009 con il Teatro Pacta di Milano realizza lescenografie della “Beatrice Cenci”diAlberto Moravia, con regia di Annig Raimondi e, successivamente, le scenografieper “Aristofane in blue”,fantasia teatrale musicale, da un' ideazione e drammaturgia di Maurizio Pisatie regia Annig Raimondi.

Collabora  come artista e scenografo nella nuova sededel Teatro Metropolitano di Milano Pacta dei Teatri.

 

 

. RICONOSCIMENTI

 

Premio Lissone 2000 con “Well!Now help me to get out of the wood ”.

 

. Pubblicazioni : SCRITTI TEORICI 

 

Esperienze di un ambulante, 1981, edizioni Laveglia, Salerno  

Silos Silenzio,1991, Scritti teorici, edizioni Studio Noaccodi Chieri

GabbieCelesti,1997, LalliEditore, Poggibonsi.

Ernesto Jannini, 2004, catalogo antologica al Maga diGallarate con scritti di Edoardo Di Mauro, Renato Barilli, Maurizio Sciaccaluga,editore Adriano Parise (Verona)

Equilibridi, 2007, Editore Matteo di Dosson, ISBN9-788888726311-44078

Il richiamo della Pittura, 2013, in Juliet n°166,Trieste, ISBN  9-779771-122051-00

Il richiamo della Pittura, 2014, in RiContemporaneo.org, n°7   ISSN2239-0235

Palestre di vita.Omaggio a Gennaro,Vitiello. Ombre Corte Cartografie, ISBN 9788869480799

 

 

.BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE

X Quadriennale Nazionale d'Arte. La ricerca estetica dal 1960 al 1970,Roma, De Luca Editore, 1973.

Enrico Crispolti, DeGrada Raffaele, Gregotti Vittorio, Hulten Pontus, Arroyo Eduardo, La Biennale di Venezia 1976. Settore ArtiVisive e Architettura. Catalogo Generale, Venezia, 1976. ASIN B005IVAS26

Enrico Crispolti, Arti visive e partecipazione sociale,1977, De Donato, Bari, ISBN CL 07-0258-7

Renato Barilli,Verso un Barocco Freddo, 1990, CatalogoXLIV Biennale di Venezia, Fabbri Fabbri Editori, ISBN 88-208-0356-9

Renato Barilli, ANNINOVANTA, Guida la grandecruciverba, 1991, Editore Arnaldo Mondadori, ISBN 88-242-0087-7

Renato Barilli, Rentrè, 1993, Premio Marche, Ancona.ISBN 88-202-1080-0 048-0683-2

Enrico Crispolti, La pittura in Italia. Il Novecento, 1994, vol.III EdizioniElecta, IBS 

Maria Campitelli, Natura Naturans, 1996, testo in catalogodi Natura Naturans, Editore Lindau, Torino, ISBN 8871801601

Edoardo Di Mauro, Falso movimento, testo in catalogo di Và Pensiero,1997,Editore Pozzo Torino, ISBN  0788886789066

Enzo Tiezzi, La bellezza e la scienza, 1998, Raffaello Cortina Editore,ISBN  9788870785197

Edoardo Di Mauro, Una babelepostmoderna, 2002, Editore Mazzotta, ISBN 9788820215385

Edoardo Di Mauro, Renato Barilli,Maurizio Sciaccaluga, testi in catalogo Antologicaalla G.A.M di Gallarate,2004.

Edoardo Di Mauro, Ernesto Jannini,Juliet Art Magazine 2005 n°120, ISBN 1122-2050

Renato Barilli, Prima e dopo il 2000.La ricerca artistica 1970-2005, Feltrinelli,2006, ISBN  88-07-81904-X

Edoardo Di Mauro, Un'altra storia: arte italiana dagli anniottanta agli anni zero.” 2011, Editore EMB.

Alessandra Pioselli, L'artenello spazio urbano. L'esperienza italiana dal 1968 a oggi, 2015, EditoreJohan & Levi, ISBN 9788860101631.

Valerio Dehò, Arte exmachina. Marinotti Editore 2016, ISBN 9788882731571

Cristina Casero, Elena di Raddo, Francesca Gallo, Arte fuori dall’arte. Incontri e scambi fra arti visive e società negli anni Settanta. Postmediabooks 2017ISBN 9788874901982

Luca Palermo, Arte in movimento. Gli anni Settanta in Campania. Postmediabooks2018, ISBN 9788874902187

Cristina Casero, ErnestoJannini una ricerca tra azione e pensiero, in TITOLO n.17, ISBN9788849857955

 

OPERE INCOLLEZIONI PUBBLICHE

MAGA, Museo d' Arte Contemporanea diGallarate, Varese

Museo d'Arte Contemporanea di Lissone,Monza

Collezione Borsalino, Alessandria

Raccolta permanente LABdi Nova Milanese, associazione Bice Bugatti Club

Collezione ITIS Trieste

Collezione Comune di San Donà di Piave

Casa delle Culture di Cosenza

Museo d’Arte Contemporanea Bilotti diRende

Museo Epicentro di Barcellona P.G

SPACE spazio culturale eventi “Mazzini”città di Portogruaro (sala personale)

 

.COLLEGAMENTI ESTERNI                                  

www.ernestojannini.it

www.anothertv.net (archivio: Arte e Teatro)

www.exibart.com (bloglibri: reading room)

www.sdefinizioni.altervista.org

www.artestetica.org

 

 

ESPOSIZIONIPERSONALIINDIVIDUAL EXHIBITIONS

 

1982

Musica da Camera, Centro La Cappella, Trieste

 

1988

Uhei,Uistiti, Juliet Room,Trieste

Tralignamento, Palazzo Datini

Bella,Galleria La Polena. Genova

 

1989

Decartesiane, Galleria Diecidue, Milano

 

1990

XLIV Biennale di Venezia, Aperto 90

Ernesto Jannini, Studio Noacco,Chieri

 

1992

Ipsum Esse, Galleria De Zaal, Delft (Olanda)

Ernesto Jannini-Paola Pezzi,Galleria Juliet, Trieste

Ernesto Jannini, Galleria Rino Costa,Casale Monferrato

 

1993

Satellite, Galleria LOFT,Valdagno

 

1994

ConceptArt, Museum Industrielle Arbeitswelt, Steyr (Austria)

 

1996

Four Rooms, Galleria La Giarina,Verona

 

1997

Gabbie Celesti, Galleria Oprandi, Boltiere ( Bg )

 

1999

I’m an alien, Galleria Maria Cilena, Milano

 

2000

Uccellid’acqua, Galleria Oprandi, Clusone.

 

2004

Ernesto Jannini, Antologica,Civica Galleria d’ArteModerna di Gallarate

Ernesto Jannini-Roberto Zizzo, Galleria Fusion di Torino.A cura di E.Di Mauro

 

2005

Il Grande Fardello, Galleria La Giarina, Verona

MovingOut, Ernesto Jannini-Benedetta Pedone. Studio di Franco Moro, Milano

 

2006

Migrations nostalgiques,a cura di Edoardo Di Mauro ed Elena Masoero,Spazio Borsalino,Parigi

 

2007

Progetti di guerra, Galleria Fusion art Torino, a cura diEdoardo Di Mauro

 

2008

Equilibridi, Galleria La Giarina di Verona, a curadi Boris Brollo

 

2009

Equilibridi, antologica al Castel dell'Ovo di Napoli, a cura di Gabriele Perretta

 

2010

Gran Mercato, Galleria Silvy Bassanese di Biella, a cura di Viana Conti

 

 

 

 

ESPOSIZIONI COLLETTIVE GROUP EXHIBITIONS

 

 

1974

Intervento di gruppo, Tetti dell’Accademia di Belle Arti diNapoli

 

1975

X Quadriennale, con il gruppo Ambulanti. Roma, Palazzo delle Esposizioni

Centro artistico l’Arco Mondadori,Napoli

Napoli situazione 75, rassegna Arti Visive Marigliano

Campania Proposta Uno.

Natale Evento, con il gruppo degli Ambulanti

 

1976

Biennale di Venezia, Arte nel sociale

Azione di gruppo, gruppo degli Ambulanti,Capodimonte, Napoli

 

1978

Galleria Pari e Dispari, Ernesto Jannini e Silvio Merlino, Cavriagodi Reggio Emilia

Galleria Alzaia, gruppo degli Ambulanti, Roma

 

1979

Biennale Eugubina, Gubbio

 

1980

Il gioco dell’Equilibrio, animazione urbana,Napoli.

 

1981

I luoghi,Installazione urbana, Como

Festival Textilgestaltung, Linz, Austria

 

1985

Giuseppea Trieste, Centro La Cappella,Trieste

 

1986

L’Uva di Giuseppe, Casa veneta,Muggia

Progetti,Galleria Crossing,Concordia Sagittaria

 

1987

Internazionale d’Arte Contemporanea, Galleria Toselli, Milano

Equinozio d’Autunno, Galleria Paludetto, Rivara

 

1988

Koinè a Nord Est, Municipio Sala Polivalente, Auronzo diCadore, a cura di Boris Brollo

 

1989

Fabbrica,a cura della Galleria Massimo Minini, Brescia

Nizza Art Jonction International, Galleria Diecidue

 

1990

Torino Arte Biennale d’Arte Moderna, PalazzoNervi, Galleria Noacco, Chieri

Scatole, Galleria Unimedia, Genova

Omaggio a J.Albers, Galleria Flaxman,Londra

 

1991

La carta dell’artista, Castello di Belgioioso, GalleriaNoacco, Chieri

Anninovanta, a cura di Renato Barilli, Musei Comunali diRimini

Trappole, Galleria De Zaal di Delft (Olanda )

Planetaria, a cura di P. Casati, PalazzoIsimbardi, Stradella (Pavia )

 

1992

Ipsum Esse, Galleria De Zaal, Delft ( Olanda )

Inventario, GalleriaLoft, Valdagno

Homo faber, Galleria Le Colonne,Parma, a cura diM. Dall’Olio

 

1993

A scatola chiusa, Galleria Viafarini, Milano, a curaElio Grazioli

Premio Suzzara

Al Limite, Galleria Pohlhammer, Steyr

Rentrè, Premio Marche 1993, a cura di Renato Barilli

 

1994

Molto Diligenti Osservazioni 1 .C. G. A. M. di Gallarate, a curadi Emma Zanella

Baldus, Galleria Juliet di Trieste

 

1995

L’Informale, Civica Galleria D’Arte Moderna di Gallarate

Party-re, Arte a Pordenone 95, a cura di BorisBrollo

Convergenze.Arte-Scienza.Giulio Calegari ed ErnestoJannini, GalleriaLOFT Valdagno

Una posa in galleria, Galleria Mayer, Milano

 

1996

Imprevisto, Mostra itinerante a cura di SamueleMazza

Scultura oggi, Fierambiente – Portogruaro, a cura diBoris Brollo

Natura Naturans, Trieste , a cura di Maria Campitelli

Cinquant’anni d’astrattismo nellecollezioni della Civica Galleria, GAM Gallarate

Simbolica, Fiera dell’Arte a Pordenone, a cura diEdoardo Di Mauro

Galleria Arte 3, Collettiva, Milano

 

1997

Và pensiero, Arte italiana 1984-1996, a cura di EdoardoDi Mauro, Promotrice Belle Arti, Torino

Il corpo in scena, 1912-1997, Galleria La Giarina, Verona

La tradizione nel nuovo, Galleria Biblo, Parè di Conegliano, acura di Edoardo Di Mauro

 

1998

Recondite Armonie, Galleria Biblo, Parè di Conegliano, acura di S.Pillon

Collettiva, Galleria Bedoli,Viadana

 

1999

Workin progress, Trieste, a cura di Maria Campitelli

 

2000

In-naturale. Simbiosi tra manufatti ed ambienticostruiti nei luoghi della bellezza, Giardini di Nervi e Villa Serra a S.Olcese, a cura di M.Sciaccaluga

Premio d’Arte Città di Lissone, Civica Galleria d’Arte Contemporanea

 

2001

Paradiso Perduto, a cura di Maurizio Sciaccaluga,Galleria La Giarina,Verona

 

2002

Una Babele postmoderna:realtà edallegoria nell’arte italiana degli anni 90,PalazzoPigorini, Parma, acura di Edoardo Di Mauro

 

2003

Interni italiani, Kunsthaus Tacheles, Berlino, a cura diEdoardo Di Mauro

 

2004

Lasciateci divertire, Palazzo comunale di Arezzo, a cura diMaurizio Sciaccaluga

Sorsi di pace nell’arte contemporanea, Distillerie Francoli,Gattinara

 

2005

Novarum, a cura di Edoardo Di Mauro, Copenaghen,Istituto Cultura Italiana

Disegnitudine, a cura di Fiammetta Strigoli, GalleriaLa Giarina,Verona

 

2006

Plastica mon amour, galleria d’Arte Moderna di San Donà diPiave, a cura di Boris Brollo

Contaminazioni: Piero Gilardi, ErnestoJannini, Vittorio Valente,Museo del Cappello Borsalino,Alessandria, a cura di EdoardoDi Mauro ed Elena Masoero.

XIII Esposizione Nazionale d’ArteArtisti per Epicentro, MuseoEpicentro, Gala di Barcellona (ME)

 

2007

Studi aperti, a cura di Asilo Bianco, Ameno, acura di Asilo Bianco

Dulcis in fundo, Galleria La Giarina, Verona

 

2008

Equilibridi, a cura di BorisBrollo, Galleria La Giarina,Verona

Studi Aperti, Performance urbana “ Progetti diGuerra”, a cura di Asilo Bianco, Ameno

Tra un secolo e l’altro: tra continuitàe differenza, ReggioEmilia,a cura di Edoardo Di Mauro

Aiutiamo la Pace, Ascoli Piceno, Palazzo Tornasecco

 

2009

Performing the city, Arte e azioni nello spazio cittadino daglianni 60 e 70, PAN Palazzo delle Arti  

Studi Aperti, a cura di Asilo Bianco, Ameno

 

2010

StudiAperti, a cura di Asilo Bianco, Ameno

 

2011

Un'altra storia: arte italiana daglianni ottanta agli anni zero, ex chiesa di San Francesco a Como, a cura di Edoardo Di Mauro

Un'altra storia: arte italiana dagli anniottanta agli anni zero, CRABCentro Ricerca Accademia di Brera. Dipartimento Arti Visive. Ex chiesa di SanCarpoforo a Milano

Incerte Patrie. L'Unità d'Italia nel suo 150 esimocompleanno, Galleria Silvy Bassanese di Biella, a cura di Viana Conti

La formazione dell'Uno. 150 artisti per l'Unità d'Italia,Palazzo Arnone di Cosenza, a cura di Fabio De Chirico, Mimma Pasqua eFranco Gordano

Casa La Vita, Galleria La Giarina, Verona, a cura diValerio Dehò

 

2012

In Rete. Meno Funzione, Più emozione, Gruppo Sintesi in un eventocollaterale al Salone del Mobile, Galleria Trasparente, Milano

Viacolvento, Museo Arte Bambina di Vittorio Veneto,a cura di Edoardo Di Mauro e Daniele Capra

Arte italiana 1980-1990, ex birrificio Metzger, Torino acura di Edoardo Di Mauro

Across the space across the time, Museo dei Bretii e degli Enotri,Cosenza acura di Mimma Pasqua e Edoardo Di Mauro

 

2013

Step 09, Fabbrica del Vapore (video"Bellini", prodotto da Mediago Film)a cura di Valerio Dehò

Le Cinque Variazioni, Bendini, Girardi, Jannini, Giunta,Nardi,Galleria La Giarina, Verona

Art Verona,Spazio SLAM, Galleria La Giarina,Verona

Arte VS Emergenza, Casa della Cultura Milano

Witha Little Help from My Friends, 23 novembre 2013, Artisti per il MA*GAGallarate

 

2014

Figure a controscambio, Maurizio Calza e Ernesto Jannini,Galleria Biffi Arte, Piacenza, a cura di Edoardo Di Mauro

 

2015  

Per Sottrazione, Spazio Brentano, Milano, a cura diFrancesco Correggia

Nel Blu dipinto di Blu...da Yves Klein,la magia di un colore nell'Arte Contemporanea, Museo MACA di Acri, a cura di Francesco Poli

Qui ed Allora. Attualità del PostModerno Italiano, SpazioM. Colombo Progetti Arte Design, Torino, a cura di Edoardo Di Mauro

Tra due fuochi,  Galleria Bassanese, Biella

 

2016  

A-Maze/Emotional Mapping, Hotel NHOW Milano, a cura diElisabetta Scantaburlo

Il DISCO, Museo del Presente di Rende, a cura diGhislain Mayaud, Gianluca Covelli, Roberto Bilotti Ruggi d'Aragona

 

2017  

United, Spazio Malagnini, Saronno, a cura di E. Di Mauro

DARSI, Dedalus Space di Lissone, a cura diBustos Domenech

30 Years 30 Works, Galleria La Giarina 7/10 – 27/ 12/2017

Dionysus Place, installazione permanente e mostra alteatro Pacta di Milano 17/11- 18/12 2017

SPACE di Portogruaro (Lugugnana), Inaugurazione spazio musealee sala personale, 2/12/217

 

2018  

Qui ed Allora, Biffi Arte, Piacenza,  20/01 18/02/ 2018

Dimensione fragile, Biblioteca Valliicelliana, Roma 20/012018

DARSI, Palazzo Lombardia Milano, 10 aprile -10maggio

THEATRUM, Galleria La Giarina, Verona, 19 maggioal 15 settembre

Canti di Eso, di Ernesto Jannini, performance allaGalleria La Giarina, 30 giugno 2018

ITALIA ANNI SETTANTA: gruppi, collettivi d’artista, spazi autogestiti nel decenniodella Contestazione. Roma, MACROASILO 8-9-10 novembre a cura di Lucilla Meloni

EQUILIBRIDI,dal calzino al missile, Fondazione Passarè, Milano, Incontro con ErnestoJannini, 20 dicembre 2018

 

          

 

 

 

                                             

 BIBLIOGRAFIABIBLIOGRAPHY

 

1975

Che, n°2/33

Catalogo X Quadriennale di Roma

D’Ars, n. 75

Area di base uno, B. Carucci Editore, Napoli

Catalogo di Napoli situazione 75, a cura di E. Crispolti

 

1976

Catalogo Biennale di Venezia

Data, n° 22

 

1977

EnricoCrispolti, Arti visive e partecipazionesociale, De Donato, Bari

 

1980

EnricoCrispolti, Il secondo dopoguerra,  La Voce della Campania, n°13

RobertoVidali, Un pesce fuor d’acqua, JulietArt Magazine n°1

 

1981

ErnestoJannini, Esperienze di un ambulante, EdizioniLaveglia, Salerno

 

1982

RobertoVidali, Pitture di stoffe, Juliet ArtMagazine n°7

 

1985

RobertoVidali, Il sogno dell’acqua, JulietArt Magazine, n°18

 

1986

RobertoVidali, Giuseppe della Giungla,Juliet Art Magazine  n°23

GiulioCiavoliello, Giuseppe a Trieste,Juliet Art Magazine n°24

RobertoVidali, Ernesto Jannini, Juliet ArtMagazine n°25

RobertoVidali, L’uva di Giuseppe, Juliet ArtMagazine n°26

GiulioCiavoliello, Giuseppe a Trieste,Flash Art n°131

 

1987

RobertoVidali, Ernesto Jannini, L’Altra Casan°37

RobertoVidali, Giungla, Juliet Art Magazinen°29

ErnestoJannini, Dialogo con Piero Gilardi,Juliet Art Magazine n°30

Catalogo di Proposte.Internazionaled’Arte contemporanea,Milano. Allemandi, Torino

 

1988

BorisBrollo, Koinè a Nord Est, EditoreAngelico Benvenuto, Udine

RobertoVidali,Uhei, Uistit, Editore Juliet ArtMagazine, Trieste

RenatoBarilli, Lo spirito di geometria ,L’Espresso n°40

R.Clon, Juliet Art Magazine  n°39

SandroRicaldone, La nuova onda genovese,Corriere Mercantile, Genova

 

1989

RenatoBarilli, Per quelle vene scorre la linfadei nostri tempi, L’Espresso n° 4

ArrigoBencini Tesi, Tralignamento, unagrammatica di gesti perduti, La Gazzetta di Prato

Boris Brollo, Juliet Art Magazine n°42

Viana Conti, Flash Art News n° 149

 

1990

MauroPanzera, Juliet Art Magazine n°46

RenatoBarilli, Verso un Barocco Freddo,Catalogo XLIV Biennale di Venezia, Fabbri Editori

M.DiForti, Barocco Freddo, anzifreddissimo, Messaggero, 26 maggio

D.Scudero,La critica passiva, Tema Celeste n°26

ElenaPontiggia, Aperto 90, giovani senzafrontiere, Terzocchio n°3

RenatoBarilli, Intervista su Aperto 90,Flash art n°155

ElisabettaLongari intervista Renato Barilli: Lapartecipazione italiana e Aperto90, Terzocchio n°2

GabrielePerretta, Decartesiane, testo incatalogo per la mostra allo Studio Noacco (Chieri)

 

1991

LelloVoce, Dinamica dell’ibrido, JulietArt Magazine n°52

EnricoCrispolti, L’orizzonte oltre latecnologia, AD n°116 gennaio

RenatoBarilli, Guida al grande cruciverba,catalogo della mostra Anninovanta, Ed. Mondadori Arte

ErnestoJannini, Silos Silenzio. Scrittiteorici, Edizioni Studio Noacco, Chieri

Roberto Vidali, Nice to meet you, Juliet Art Magazine n°54

 

1992

ErnestoJannini, Punto origine .Instabilità omobilità,TITOLO, n° 7

Hardwarekunst van Ernesto Jannini, in DeVolkskrant 9 gennaio (Olanda)

Monique Mokveld, De Zaal toont meditatief werk, Delftse Courant 31/01/92( Olanda)

Ceesvandeer geer, Haagse Courant10/01/92 (Olanda)

ElenaRigotti, Juliet Art Magazine n°59

 

1993

RenatoBarilli e Lisa Licitra Ponti, Testo in catalogoper la mostra alla galleria LOFT, Valdagno

D.Frigo,SATELLITE, La sostenibile leggerezzadell'arte di Jannini, Loft di Valdagno, in APPUNTI 5-93

ElioGrazioli, Ernesto Jannini, Juliet ArtMagazine n°63

RenatoBarilli, Rentrè catalogo PremioMarche 1993, Ancona

ElioGrazioli, In News Marcatrè, n°4

 

1994

RobertoVidali,Napoli a dismisura d’uomo, La Cronaca24 maggio

EmmaZanella Manara, Molto DiligentiOsservazioni 1, Edizioni Civica Galleria d’arte Modernadi Gallarate

T.Martelli,Ernesto Jannini fra natura e tecnologia,Arte Ed.G.Mondadori, n°254

ErnestoJannini, Enzo Tiezzi, Juliet ArtMagazine n°68

EnricoCrispolti, La pittura in ItaliaIl Novecento, vol. III EdizioniElecta

Nadia Nava, Juliet Art Magazine n°69

 

1995

ErnestoJannini, Giulio Calegari, Juliet ArtMagazine n°71

 

1996

LuigiMeneghelli, Stanze piene d’immagini, L’Arena,giovedì 14 marzo1996

FrancesoBonazzi, Juliet ArtMagazine n° 77 aprile-maggio

MariaCampitelli, Natura Naturans,testo in catalogo di Natura Naturans, Ed. Lindau Torino

 

1997

ErnestoJannini, Natura naturans,CORRENTI DI MAREA n° 0 Trieste

ErnestoJannini, La città, CORRENTI DI MAREAn° 1 Trieste

ErnestoJannini, Convergenze, Juliet ArtMagazine n° 83

EdoardoDi Mauro, Falso movimento, testoin catalogo di Và Pensiero,Ed. Pozzo,Torino

ErnestoJannini, I sensi, CORRENTI DIMAREA n° 2 Trieste

ErnestoJannini, Gabbie Celesti, testiin catalogo di E.Tiezzi e G.Calegari, Lalli editore, Poggibonsi

 

1998

Coevit, Rivista d’arte, musica e cultura, Viadana, Mantova

ErnestoJannini,Arte Estetica, n° 6 ottobre

EnzoTiezzi, La bellezza e la scienza,Raffaello Cortina Editore

ErnestoJannini, Paolo Casarin, Juliet Art Magazine n°88

 

1999

Tema Celeste, marzo-aprile

MimmoDi Marzio, Gli alieni di Jannini,il Giornale, 22 marzo1999

ChiaraGuidi, Ernesto Jannini, JulietArt Magazine n° 92

MaurizioSciaccaluga, Ernesto Jannini, inART in ITALY n° 14

 

2000

MaurizioSciaccaluga, In – naturale, Ed. DeFerrari

SandraCella, Tra i cespugli fioriscel’arte in- naturale, ARTE Mondadori n° 322 Giugno

MaurizioSciaccaluga, IN -NATURALE inTechno World Wide Magazine n° 4

Rinasce il Premio Lissone, in la Repubblica 18/12/2000

GiampieroGalluzzo, Premio d’Arte Città di Lissone,vince Ernesto Jannini, il Cittadino 23 dicembre 2000

 

2001

MaurizioSciaccaluga, Jannini. Forme di vitainnaturale, Arte Mondadori n°329 gennaio

ElenaRigotti, Spray, Juliet Art Magazine   n° 101

Ernesto Jannini, Juliet Art Magazine  n°102

MaurizioSciaccaluga, Paradiso perduto,testo in catalogo, Galleria La Giarina.

SandraCella, Silicone, plastica e metallo.L’Eden diventa un incubo, Arte Mondadorin°334

LuigiMeneghelli. Nove artisti si sonointerrogati sul Paradiso perduto, L’Arena 26 luglio

 

2003

EdoardoDi Mauro. Interni italiani, Edizioni  Galleria Fusion Art. Torino

 

2004

EdoardoDi Mauro, Renato Barilli, Maurizio Sciaccaluga, testi in catalogo Antologica G.A.M di Gallarate

ChiaraArgenteri, Vegetano i mutanti neinidi digitali,  Arte Mondadori n° 367

Ernesto Jannini e la realtà contaminata, Il Corriere della Sera, 5 febbraio

SabrinaArosio, La vita al tempo deimicrochips di Ernesto Jannini, Il Cittadino,5 febbraio

ElioBertozzi, Le mele informatiche diJannini alla Galleria Civica, La Prealpina.6 febbraio

GiovannaMelara, Art-tech firmata Jannini, Lombardia Oggi n°11

ElioBertozzi, Computer e quotidianità nellamostra di Jannini, La Prealpina, 8 febbraio

FrancoFanelli, Luci al neon e microchip: ilcatalogo è questo, Il Corriere della Sera,9 febbraio

EdoardoDi Mauro, Ernesto Jannini, Juliet Art Magazine  n° 120

MaurizioSciaccaluga, Sintesi minime, Catalogoper Sorsi di pace, Distillerie Francoli, Gattinara

MaurizioSciaccaluga, Lasciateci divertire,Catalogo edito dal Comune di Arezzo

 

2005

A Verona i chip di Jannini, Arte Mondadori n°379

GiulioCiavoliello, Dagli anni ’80 in poi:il mondo dell’arte contemporanea in Italia. Ed. Artshow-Juliet

ErnestoJannini, Il Grande Fardello, VeronaLive n°1 marzo-aprile Ed. Comunicazioni e Eventi n° progr. 31

 

2006

BorisBrollo, Plastica mon amour, CatalogoStudio Genus Verona

RenatoBarilli, Prima e dopo il 2000.La ricerca artistica1970-2005,Feltrinelli 2006

 

2007

ErnestoJannini, Equilibridi conprefazione Di Boris Brollo,  Editore Matteodi Dosson (TV)

PierluigiScarpa, L’alchimia linguistica diJannini, in Duemila.Mensiled’informazione culturale del Nordest n° 4

 

2008

C.B., Equilibridi, L’Arena di Verona1settembre 2008

 

2010

VianaConti, Ernesto Jannini, Testo edintervista in DVD di presentazione alla mostraGran Mercato. GalleriaSilvy Bassanese di Biella

Catalogo Studi Aperti. Nel cuore verde tra i due laghi, Ed.Asilo Bianco.Stampa Italgrafica (Novara)

 

2011

EdoardoDi Mauro, Un'altra storia: arteitaliana dagli anni ottanta agli anni zero, “Ed. EMB

La formazione dell'Uno. 150 artisti perl'Unità d'Italia, CatalogoVertigo Arte Contemporanea di Cosenza

Dieci anni di Museo a Lissone. Unacollezione che cresce Edizionedel Comune di Lissone

 

2012

ValerioDehò, Testo di presentazione Casa LaVita, video in: www.anothertv.net

ErnestoJannini su Stefania Zuliani:“Esposizioni. Emergenze della critica d'arte contemporanea”, Exibart.com 5giugno

ErnestoJannini su Tiziana Andina:“Filosofie dell'Arte. Da Hegel a Danto.”,Exibart.com 24 settembre

ErnestoJannini su Nicola Vitale: “Figura solare”, Exibart.com 20novembre

 

2013

ErnestoJannini su Silvano Petrosino: “Abitare l'arte”, Exibart.com 8 gennaio

ErnestoJannini su Federico Vercellone:“Dopola morte dell'arte” Exibart.com 24 aprile.

ErnestoJannini su Giovanni Ferrario:“Lasintesi spontanea. Venti domande semplici sull'arte contemporanea.” Exibart.com 4 settembre.

ErnestoJannini su Maurizio Pallante:“Sonoio che non capisco. Riflessioni sull'arte contemporanea.” Exibart.com 25novembre.

2014

ErnestoJannini, William Burroughs:“Pittura,sperimentazione, scrittura”  Exibart.com 22 settembre 2014

ErnestoJannini, D'Ammando-Spadoni: “Letturedell'Informe”, Exibart.com 13 ottobre 2014

ErnestoJannini, Il richiamo della Pittura,in Juliet Art Magazine n°166

 

2015 

AlessandraPioselli, L'arte nello spazio urbano. L'esperienza italiana dal 1968 a oggi,Editore Johan & Levi, 2015

Ernesto Jannini, Sel'arte chiede aiuto alla poesia, Exibart.com 20 aprile 2015

Ernesto Jannini, Lacritica è arte della parola, Exibart.com 10 giugno 2015

2016

ErnestoJannini, Tutte le culture del Giappone contemporaneo, Exibart.com 12gennaio 2016

ErnestoJannini, Le ricette atmosferiche e un po' situazioniste di Giulio Calegari,Exibart.com 18 febbraio 2016

ValerioDehò, Arte ex machina. Arte scienza e tecnologia: estetica di un'utopia,Editore Mariotti. 2016

ErnestoJannini, Arte ed estetica nell'Islam, Exibart.com 22 giugno 2016

ErnestoJannini, Arte ex machina, Exibart.com 26 luglio 2016

ErnestoJannini, I Rizomi di Suzzara, in Atestetica.org 20/09/2016

ErnestoJannini, Se il museo è la nuova cattedrale, l'arte e la cultura sono lenuove forme di religione? Exibart.com 16 ottobre 2016

 

2017

ErnestoJannini, L'immagine in movimento secondo Bill Viola, Exibart.com 6 febbario2017

ErnestoJannini, La fragilità come forza. Roberto Gramiccia nel suo ultimo librointreccia arte scienza e politica, Exibart.com 21 marzo 2017

ErnestoJannini, "Infinite Drawing", ovvero che senso ha disegnare edipingere oggi? La spiegazione nel libro dell'artista e curatore PietroFinelli, Exibart.com 31 maggio 2017

ErnestoJannini, "Soonja Han. Incontrotra Minimalismo occidentale e identità d'Oriente”, Exibart.com 11 settembre2017

ErnestoJannini, "Annamaria Gelmi. La misura del mondo, Exibart.com 3novembre 2017

GiuliaAlonzo, Il palcoscenico di GennaroVitiello riletto da un allievo d’eccezione, in quella Napoli che fu anche“palestra di vita”, Exibart.com 6 dicembre

MaddalenaMazzocut Mis, Tra cielo e mare tra caos e forme, in Artestetica.org15/11/2017

MaurizioPisati, Latomia di Pacta, testo per la mostra al Pacta di via UlisseDini Milano 17/11/2017

AlessandraPioselli, Dionysus Place, testo per la mostra al Pacta di via UlisseDini Milano 17/11/2017

Ernesto Jannini, Palestre di vita.Omaggio a Gennaro Vitiello. Edizioni Ombre Corte, ottobre 2017

 

2018

Ernesto Jannini, Pensando a GennaroVitiello e agli anni settanta, in SDEFINIZIONI.ALTERVISTA.ORG dicembre 2018

Ernesto Jannini, ricorda MauroStaccioli, Exibart.com 5 gennaio 2018

Radio 3 Zazà, intervista di RosalbaRuggeri a Ernesto Jannini e Stefano De Matteis, podcast del 14/02/2108

Ernesto Jannini, Le parole valgono, Exibart.com 10 febbraio 2018

Cristina Casero, Elena di Raddo, FrancescaGallo, Arte fuori dall’arte. Incontri escambi fra arti visive e società negli anni Settanta.Postmediabooks 2017ISBN 9788874901982

Ernesto Jannini, “L’arte come prassi umana”, Exibart.com 4 maggio 2018

Ernesto Jannini, L’arte è “infrasottile”, almeno in parte. Riflessioni sull’ultimo librodi Elio Grazioli, Exibart.com 24 giugno 2018.

Stefano Taccone, Un intellettuale europeo / La palestra di Gennaro Vitiello, www.operavivamagazine.org  14 agosto

Luigi Meneghelli, THEATRUM (Clara Brasca, Adriano Nardi, Ernesto Jannini) catalogoedizioni La Giarina Arte Contemporanea (Verona)

Ernesto Jannini, La dignità dell’opera d’arte, secondo Agnes Heller, Exibart.com 18 ottobre 2018

Luca Palermo, Arte in movimento. Gli anni Settanta in Campania. Postmediabooks2018

Ernesto Jannini, Dalle Avanguardie di ieri a quelle di “massa”, Exibart.com 23 novembre 2018

 

2019

Boris Brollo - Marcantonio Bolzicco,catalogo La collezione permanente Space“Mazzini” di Lugugnana di Portogruaro, Realizzato da Nuovi Spazi-Gruaro,febbraio 2019

Ernesto Jannini, La radicalità dell’avanguardia, Exibart.com 20 febbraio 2019

Cristina Casero, ErnestoJannini una ricerca tra azione e pensiero, TITOLO n.17

 

 

 

Visita ilsito: www.ernestojannini.it

 

 

 

                                              Ernesto  Jannini                                                      

                                                                               Note Biografiche

 

 

 

 

Napoli

 

ErnestoJannini è nato a Napoli il 22 ottobre 1950 vicinissimo al Bosco di Capodimonte,parco straordinario e vero polmone verde, noto per la reggia borbonica e la suaeccezionale Pinacoteca. Fin da piccolo Jannini frequenta questa straordinariaraccolta di capolavori, trovandosi al cospetto di Brughel, Tiziano, Caravaggio,Raffaello e tutta la pittura dell’ottocento napoletano con Mancini, Gigante,Pitloo, i quali costituiscono il primo fondamentale impatto emotivo neiconfronti dell’ arte, una prima eccezionale scuola di formazione artistica.

Terminatigli studi al Liceo Artistico Jannini s’ iscrive alla Facoltà d’Architettura chefrequenta per due anni seguendo i corsi di Aldo Loris Rossi. In quegli stessianni, tramite l’architetto Leonardo Rossi conosce Riccardo Dalisi, docente della cattedra di archittettura. Ladidattica di Dalisi diventa per Jannini una scuola insostituibile, un percorsoformativo ricco di scoperte. Dalisi propone agli studenti  percorsi curricolari eccentrici, fuori daogni protocollo. Jannini entra in questi gruppi per sperimentare nuovi modi difare ricerca; penetra con coraggio nei quartieri del sottoproletariato dellaperiferia e da inizio ad un laboratorio creativo basato sull’ utilizzo dimateriali poveri,e di  una tecnicapovera, come andava teorizzando Dalisi in quegli anni sulle pagine diCasabella.

Dopo dueanni abbandona la Facoltà d’Architettura e s’ iscrive al corso di Pittura all’Accademia di Belle Arti. Segue i corsi in maniera irregolare poichè si dedicaal teatro di Gennaro Vitiello,incontrato nello studio di Dalisi nel 1971. Vitiello, personalità dalla fortesensibilità e profonda cultura teatrale e letteraria da origine alla LiberaScena Ensemble, gruppo di teatro sperimentale che lo porterà a girare perl’Italia e l’Europa.

Vitielloapplica magistralmente la maieutica grotowschiana. Tra le case dei pescatori, aTorre del Greco, avviano uno dei laboratori di teatro  sperimentale tra i più all’avanguardiad’Italia. Organizzano un festival internazionale di teatro in collaborazionecon il Teatro di Varsavia; producono oggetti scenici disegni e scritti. Vitiellotraduce dal tedesco l’Empedocle  diHolderlin, messo in scena con scenografie realizzate dallo stesso Dalisi.Lospettacolo è presentato nei teatri di Germania e Polonia, e in  Italia, tra cui il Teatro Grande negli scavidi Pompei, il Teatrino di Corte a Palazzo Reale di Napoli, a Salerno,Palermo.Vitiello mette in scena altri due spettacoli: L’ Urfaust  di W. Goehte e  Un matrimonio di interesse di F.G. Lorca.Siamo agli inizi degli anni settanta e agli inizi di quella politica culturaledel decentramento che porterà, in un crescendo continuo, la creatività degliartisti dai grandi centri alle periferie, in quei  piccoli paesi della Campania che più avanti saranno tragicamente segnati dalterremoto.

Contemporaneamenteal teatro Jannini non trascura di elaborare un suo particolare linguaggioplastico, utilizzando stoffe, vecchie calze, cortecce, barattoli, posate; el’urgenza di dare spazio e far crescere le sue personali idee lo porterà alasciare il teatro per dedicarsi completamenrte agli studi di Pittura. Nelcorso dell’ultimo anno d’Accademia insieme a Marta Alleonato, Silvio Merlino, Annamaria Jodice, ClaudioMassini, Roberto Vidali,costituisce il gruppo degli Ambulanti con il qualepartecipa alla Quadriennale di Romadel 1975 e alla Biennale di Venezia del1976. Sono gli anni in cui gli artisti lasciano gli studi per dedicarsi adun contatto diretto con la gente, attraverso performance singole e azioni digruppo, oppure con appening coinvolgenti e fortemente provocatori.

Alla Biennale del 1976 Jannini si presentaall’interno dei Giardini Napoleonici con una scultura ambulante fatta di viminie stoffe coloratissime a forma di pesce: una strana maschera  con la quale passeggia per Venezia provocandocuriosità tra la gente.

Nel 1978,insieme a Silvio Merlino, viene invitato dalla galleria Pari e Dispari  di Rosanna Chiessi, di Cavriago di ReggioEmilia, a partecipare al Festival di performances, musica e poesia. RosannaChiessi, autentica esploratrice dei più significativi talenti internazionali,propone in quegli anni incontri con artisti e musicisti americani ed europei.Jannini e Merlino incontrano Giuseppe Desiato, Joe Jones, Bob Watts, CharlotteMoorman, Giuseppe Chiari, Geoff Hendricks, Luigi Mainolfi e tanti altri, in unaatmosfera festosa e ricca di discussioni e spunti creativi.Il mitico cortiledella Chiessi diventa il luogo di performance e d’ interventi irripetibili,come del resto il teatrino Dante di Cavriago.

Janniniassembla una enorme pila di scatoloni e con essa insieme a Merlino, trasformatoin uomo-uccello, si aggira per Cavriago.

Nel 1979partecipa insieme agli Ambulanti alla Biennaledi Gubbio curata da Enrico Crispolti. Nella Piazza dei Consoli installa unaporta del gioco del calcio che fa da cornice ad un rituale ermetico e surreale.

Nell’agostodel 1980 si conclude  il ciclonapoletano. L’ artista, nella piazzetta antistante al Museo Archeologico, mettein atto una delle sue ultime  performancecoinvolgendo la gente in un ermetico Gioco dell’equilibrio.

 

Como

 

Nel 1980Jannini lascia Napoli mentre il suo grande atelier di Capodimonte vienedistrutto da un gigantesco incendio.( 1 )

Si sposta aComo e poi in provincia, a Lurate Caccivio. E’ invitato in Austria, a Linz, apartecipare al Festival Textilgestaltungdove si presenta con un’ installazione realizzata con centinaia di triangolicolorati, gli stessi che, in una precedente esposizione, aveva collocato nellapiazza S. Fedele di Como. E’ del 1982 l’altro spettacolare intervento sui vetridi una scuola pubblica di Olgiate Comasco: un’ immagine magica che si staglianella sera richiamando una moltitudine di persone, un’ intero paese in festa.

Dal 1984 al1987 inizia il ciclo dei cosiddetti Scudi. L’ artista crea struttureleggerissime e forti con i vimini, che piega e modella con il fuoco, e su diesse tende stoffe dilatanti che imprime di sabbia e colla. 

Nel 1987 sitrasferisce a Milano e apre lo studio nell’ex galleria di Franco Toselli, invia De Castillia.Nello stesso anno viene invitato da Franz Paludetto allamostra Equinozio d’ autunno, aRivara. La mostra  raduna artisti divarie tendenze e s’ inaugura il giorno del suo matrimonio con ElenaRigotti.Partecipa alla mostra con i suoi grandi scudi, Le Ombre dei Padri,attualmente di proprietà del GAM di Gallarate.

Dal 1988 inpoi incomincia a subire il fascino di nuovi materiali e di nuovi oggetti cheentrano prepotentemente nelle sue nuove composizioni. Passa giornate intere asmontare  pezzi di componentielettroniche, di schede e microchips che trova all’ interno di macchinefotocopiatrici e computers in disuso nei cimiteri dell’ elettronica che costellano la grande metropoli. Janninisi appropria di isolatori di porcellana, di cavi elettrici, di semafori, dibobine, e li assembla in lavori di notevoli dimensioni. Ad Auronzo di Cadore,alla mostra Koinè  a nord est  curata da Boris Brollo presenta tre gerlegigantesche, colme di farina, alla cui sommità troneggiano enogmatiche formesimboliche. E’  questa,un’installazione  carica di forzaespressiva e  che segna il passaggio alnuovo ciclo degli anninovanta.

 

Milano

 

Nel 1990,segnalato da Renato Barilli,partecipa alla Biennale di Venezia:Aperto  90. Alle Corderie spiccano ilavori di J. Koons, K. Noland, A. Bicherton, W. Delvoy e il Gran Foury. Janninipresenta un’installazione di forte impatto emotivo sul tema di Cartesio, diMogli, immagine tratta da un vecchio libro di Kipling, e alcuni primi lavoriispirati al tema dei Nidi di rondine.

RenatoBarilli, commissario per la sezione italiana, in catalogo,teorizza il concettodi barocco freddo, riferendosi al clima generale che si respira in queglianni  e conclude il suo lungo escursusteorico su Abate, Arienti, Jannini, Cavenago.

Nello stessoanno, presentato in catalogo da Gabriele Perretta espone un’ampia selezione dilavori alla galleria Noacco di Chieri. Nel 1991partecipa ad Anninovanta, mostra curata da RenatoBarilli nelle sedi di Rimini, Bologna, Cattolica.

Nel 1992tiene una personale alla galleria De Zaal di Delft, in Olanda . Nel 1993 portaa maturazione il tema dei Nidi di rondine, già esposti alla Biennale di Venezia del 1990. Semprenello stesso anno partecipa alla mostra Rentrè ad   Ancona. ( 2 )

Nel 1996insieme all’artista Giulio Calegari  davita al Convegno Convergenze: Arte -Scienza . E’ il punto d’inizio per un laboratorio permanente indirizzato aduna approfondita ricerca tra artisti sui temi più scottanti delle diversediscipline. 

Nel corso  di tutti gli anni novanta il lavoro diJannini subisce una sorta d’illimpidimento concettuale, come testimoniano, purnella loro  voluminosità  le installazioni esposte alla Giarina di Verona nel 1996 nella mostraFour rooms ( Pesca notturna a Juan LesPins) e a Torino alla Promotrice nel 1997, alla mostra Và  pensiero curata da Edoardo Di Mauro ( Panchina Cavour ).

Nel 2000vince il Premio d’ Arte Lissone  con l’ opera “ Well!Now help to get out of thewood “, realizzato con un suggestivo manto di microcircuiti e silicone.

Nel 2001,alla mostra  Paradiso perduto curata da Maurizio Sciaccaluga presso la galleriaLa Giarina di Verona espone piccole opere costituite da  frutta artificiale, in parte tagliata, chenascondono all’ interno un filamentoso reticolo dei microcircuiti.

Nel 2002partecipa ad “ Una Babele postmoderna “  curata da Edoardo Di Mauro negli spazi delPalazzo Pigorini e nella galleria S.Lodocico di Parma.L’ artista espone unalunga enigmatica passerella di microcircuiti illuminati e ispirata al celebrequadro di Manet : Le dejeuner sur l’herbe. Jannini scandisce le estremità di questo segmento di luce verde conuna mela tagliata, il cui interno è anch’esso invaso dalla tecnologia, ed unbastone dei non vedenti.

Nel 2004 gliviene dedicata una importante Antologica al MAGA di Gallarate.

Nel  2006 collabora con il Teatro Arsenale di Milano progettando la scenografia per lospettacolo “Per farla finita col giudizio di dio” di Antonin Artaud ( regia diAnnig Raimondi,  in scena con Riccardo Magherinie Yumi Seto .Video Virginio Liberti e musiche di Maurizio Pisati) andato inscena  dal 16  novembre al 17 dicembre.

Nel 2009 conil Teatro Pacta degli Arsenali realizza le scenografie della “Beaqtrice Cenci”di Alberto Moravia con regia di Annig Raimondi. Con la stessa compagnia siimpegna nella messa in scena delle scenografie di “Aristofane in Blue” con laregia di Maurizio Pisati.

Nel 2009presenta una nuova Antologica al Castel dell'Ovo di Napoli curata da GabrielePerretta e nel 2011 partecipa ad “Un'altra storia: arte in Italia dagli anniottanta agli anni zero” curata da E. Di Mauro. Con Andrea Gorla della MediagoFilm realizza il video “Bellini” presentato a Step 09 nella Fabbrica del Vaporedi Milano.

Neirecentissimi lavori, intitolati “ Migrazioninostalgiche “, e con le pitture sul tema dei “Cani”, siamo di fronte adimmagini calibrate, che tendono ad un equilibrio tra ironia e sentimento e checostituiscono un’apertura  verso ilterritorio del racconto e degli orizzonti figurativi. 

L’artista  vive e lavora a Milano.

 

 

 

 

 

 

( 1 ) Lostudio era circondato ancora da una striscia di campagna, mentre tutt’attornoavanzava la selva dei nuovi palazzi del quartiere S: Rocco. Incisetto, titolaredell’allora galleria Framart e costruttore di quel nuovo quartiere, gli avevamesso a disposizione  uno splendidoatelier. In realtà quello spazio era un ex sanatorio: uno spazio enorme ebellissimo! Costruito tutto in legno ricordava le case coloniali americane. Inquesto spazio Jannini completa la costruzione del Pesce che porta a Venezia edaltre installazioni e sculture, tra cui il Sole e la Luna. Lo spazio creativodiventa un polo d’attrazione per tutti i ragazzi del nuovo quartiere chel’artista riesce abilmente a coinvolgere in molte attività creative.

 

( 2 ) Inoccasione di questa mostra di Ancona, insieme a Maurizio Arcangeli, Clara Bonfiglio e Umberto Cavenago anch’ essipresenti nella mostra, nasce la prima idea di Zerometriquadri. A Milano, poi ilgruppo si amplia con le presenze di Guglielmo Aschieri, Lorenzo Gatti,NazarenoGuglielmi, Paolo Sandano e Alessandro Traina e tutti insieme partecipanoattivamente alla nascita dell’ associazione Zerometriquadri ( il cui intentoera quello di avviare attività artistiche all’ interno degli stabili dismessidi proprietà del comune di Milano, nonchè iniziare scambi artistici e culturalicon artisti stranieri).Gli artisti si riunivano settimanalmente nello studiodella Bonfiglio in una atmosfera di festosa collaborazione.Successivamente gliincontri vennero allargati a tutte quelle realtà culturali sensibili allestesse problematiche. Zerometriquadri venne, in seguito, ospitata nellagalleria non profit Viafarini di Patrizia Brusarosco.Le numerosissime adesionida parte di artisti e intellettuali e l’ instancabile impegno dell’associazione non riuscirono comunque a sfondare il muro dell’ indifferenza edella buracrazia dell’ interlocutore.